Viking Broni

Non si è Vikinghi perchè s’indossa una sciarpa o una maglietta, si è Vikinghi perchè ci si sente tali e soprattutto perchè da tanti anni ci si dimostra tali coi fatti

Fabio Sacchi
Il tifo più bello d'Italia

28 anni sempre al tuo fianco

Nel lon­tano agosto 1991, dopo lo sciogli­mento del glo­rioso gruppo ultras “U.P.E.K.” (Ultras Piazzetta Erotik Korps), sei ragazzi che face­vano parte di questo gruppo hanno for­mato i “Viking Broni” per con­tin­uare la tradizione ultras della città. I nos­tri col­ori erano il Bianco ed il Rosso; Striscioni, Bandiere, e ade­sivi vari, non tar­darono… fecero imme­di­ata­mente la loro com­parsa all’interno dei palazzetti del nord Italia. La nos­tra prima sta­gione (1991/1992) fu nel cam­pi­onato di serie “B”, costel­lata con la pro­mozione in Serie “A2”, mai avvenuta nella sto­ria di BRONI, dove una città intera spinse la squadra alla vit­to­ria. La sta­gione suc­ces­siva (1992/1993) la prima in questa cat­e­go­ria fu la peg­giore per la pal­la­cane­stro bronese, dove si arrivò al fal­li­mento della soci­età ed allo sciogli­mento della squadra. Siamo ripar­titi con una nuova soci­età la Pall. Femm. Broni 93, da questo momento in poi sono arrivate molte sod­dis­fazioni, nella sta­gione 1994/1995 abbi­amo vinto il cam­pi­onato di Pro­mozione, seguendo la squadra in tutte le par­tite della sta­gione in casa e non. Dopo due sta­gione in serie “C” tor­ni­amo alla rib­alta nella sta­gione 1997/1998; dopo una fan­tas­tica promozione(1996/1997) che ci porta a fre­quentare la serie “B”, a causa della vari­azione di spon­sor, i col­ori sociali cam­biano nel bianco e verde; questo ci costringe a rifare tutto il mate­ri­ale core­ografico, escluso il glo­rioso striscione prin­ci­pale con il nos­tro nome che rimarrà per sem­pre biancorosso.

Dopo sei sta­gioni in serie “B”, carat­ter­iz­zate tutte da prestazione ad alto liv­ello, ed alcuni spareggi per l’”A2” rius­ci­amo final­mente il 17 Mag­gio 2003 ad agguantare la serie “A”. Le sta­gioni seguenti fino ad oggi ci hanno visti pro­tag­o­nisti in tutti i palazzetti del Nord — Cen­tro Italia, durante questo peri­odo nel gruppo sono nate delle sezioni, quali: Sez. Lirio — Sez. Can­neto Pavese — Gruppo Bonarda; Inoltre nella sta­gione 2005/2006 abbi­amo fes­teggiato il nos­tro 15° anno con una scia­rpa com­mem­o­ra­tiva e con il rag­giung­i­mento dei play-off per la serie “A1”. La sta­gione 2006/2007 ci vede sem­pre più pro­tag­o­nisti nell’ambiente Ultras fem­minile, ora con­ti­amo una quar­an­tina di ragazzi che seguono i nos­tri col­ori dap­per­tutto, purtroppo i play­off sfu­mano per un sof­fio. Dalla sta­gione suc­ces­siva, i nos­tri col­ori non per­dono di tono, anzi seguiamo la squadra in modo con­tinuo, approf­ittando delle trasferte per farci qualche week­end di sane man­giate, purtroppo la squadra, ridi­men­sion­ata a causa di dif­fi­coltà eco­nomiche non ottiene le prestazione delle prece­denti sta­gioni, ma si salva tranquillamente.

Essere ultras, Esserlo nella mente

Anche durante il cam­pi­onato 2008/2009 fac­ciamo del nos­tro meglio per sostenere la squadra, ma nonos­tante i nos­tri sforzi non rius­ci­amo ad evitare il dec­imo posto che ci spedisce ai maledetti play­out e la retro­ces­sione alla fine della post­sea­son, una delle note più dolorose per noi Viking, molti hanno pianto sugli spalti. Ci tro­vi­amo a parte­ci­pare al cam­pi­onato B d’eccellenza, fieri ed orgogliosi di sostenere la squadra ovunque giochi. La sto­ria non finisce mai.


Tre sta­gioni di Serie B, sem­pre ad alto liv­ello: semi­fi­nale play off il primo anno, finale persa a Seni­gal­lia con­tro Bat­ti­paglia il sec­ondo: dopo questa intensa sta­gione il 19 giugno 2011 abbi­amo fes­teggiato i Vent’anni del gruppo con una grossa festa al campo sportivo di Lirio (PV). Grigli­ate di carne, fiumi di birra, Dj e un centi­naio d’invitati sono stati i pro­tag­o­nisti di questa splen­dida gior­nata. La sta­gione suc­ces­siva arriva final­mente la pro­mozione in Serie A2 nel nos­tro Pal­aBr­era con­tro Reg­gio Emilia, “indi­men­ti­ca­bile fol­lia”. Il ritorno in A2ci vede girare tutto il Nord Italia e Sardegna, fare un ottimo cam­pi­onato con il rag­giung­i­mento dei play off per la Serie A1 con­tro il Sanga Milano. Storiche le trasferte in terra Sarda (Selargius, Alghero e Cagliari) e le vit­to­rie con Val­madr­era in trasferta, con San Mar­tino Lupari al Brera (poi pro­mossa in A1) e con il Sanga Milano nei play off in gara 2. La sta­gione 2013/2014 ci vede inser­iti nel girone centro/sud di serie A2, giri­amo tutta l’Italia… Vigarano, Fer­rara, Crema, Bologna, Ancona, Civ­i­tanova, Ari­ano Irpino, Napoli, Bat­ti­paglia e stor­ica la trasferta in Sicilia a Cata­nia del 22 marzo 2014. La stagione 2014/2015 in A2 ci vede sempre ad alto livello, arriviamo al girone di Poule Promozione ma non ci qualifichiamo per i play off. Da ricordare le trasferte di Ariano Irpino e quella infrasettimanale del 17 dicembre a Genova.

Non importa quanta strada dobbiamo fare perché ogni singola goccia di sudore di queste ragazze, vale i sacrifici o i chilometri fatti

Gregory Marakis

"C'invidiano, dunque Siamo"

La stagione 2015/2016 sempre in serie A2 resterà per sempre ‘storica’ per il Popolo Vikingo: 37 vittorie su 37, Coppa Lombardia, Coppa Italia e promozione in Serie A1! Ricordi indelebili la final four (5/6 marzo 2016) della Coppa Italia organizzata a Broni con le due splendide coreografie sia in semifinale che in finale e l’esodo con più di 300 tifosi biancoverdi il 18 maggio 2016 per gara 2 di finale a Castel San Pietro (BO) che poi, dopo un supplementare, è valsa la promozione nella massima serie.

Il 4 giugno 2016 poi è stato festeggiato il 25esimo anno dei Viking Broni con una grossa festa al Circolo di Vallescuropasso, dove per tutta la giornata sono passate quasi cinquecento anime Vikinghe a salutarci tra musica, grigliate e voglia di stare insieme.

La Stagione 2016/2017 è la prima nella massima serie e ci siamo presentati il 1 ottobre 2016 a Lucca all’opening Day con un’altro esodo Vikingo, vittoria con Napoli e diretta TV su Sportitalia. Da ricordare varie trasferte: A Schio, a Vigarano (FE) del 26 marzo 2017 che è valsa la matematica salvezza in A1 e ad Umbertide (PG) il 1 aprile 2017 per il passaggio ai quarti di finale play off scudetto. La coreografia contro Lucca dell’8 aprile 2017, che poi vincerà il tricolore, è stato il coronamento di una bellissima e sofferta annata dove ci siamo fatti conoscere al grande basket.

 

La stagione 2017/2018 in A1 ci vede salvarci con tre turni di anticipo e uscire ai quarti di finale play off contro Schio che poi vincerà lo scudetto. L’Opening Day di Ragusa del 1 ottobre con più di cinquanta Vikinghi giunti in Sicilia e la vittoria contro Lucca è una data da ricordare. Belle le trasferte di San Martino di Lupari, di Torino e di Napoli. La coreografia dell’8 aprile 2018 in gara 2 di play off al PalaBrera contro Schio è la ciliegina sulla torta di altra splendida annata.